depuratore Liguria genovaMolti sono rimasti meravigliati e le associazioni ambientaliste hanno protestato per un misterioso e nascosto codicillo inserito nel Decreto Genova che riguarda lo spargimento nei campi  dei fanghi prodotti dai depuratori italiani.

[adinserter name=”Block 5″]

In effetti cosa centrino i fanghi usati in agricoltura con il ponte Morandi è un mistero ma la classe politica , di qualsiasi colore , ci ha abituato ormai a comportamenti  di ogni genere, e infatti a guardare le carte si scoprono verità diverse e nascoste .

Secondo l’articolo di Sergio Ferraris sulla Stampa Tuttogreen  del 14 novembre  il proposito del ministro Costa , (ambiente) , non è poi  così negativo  , anzi il tentativo è di salvaguardare la salute pubblica ,……….  permettendo limiti   molto più alti di  idrocarburi nei fanghi. Sembra strano ma se ci pensate bene  trattandosi di fanghi provenienti da depuratori  civili , se contengono traccie di idrocarburi , vuol dire che prima sono stati mangiati , assorbiti  nello stomaco  e poi rilasciati nei wc di casa  di tutti noi , e quindi semmai sarebbero stati pericolosi prima e non dopo sparsi nei campi  .
[adinserter name=”Block 9″]
Se si tratta poi  di depuratori industriali , allora si deve intervenire , in altro modo,….. . La sensazione è che  non è così facile capire il problema , quindi , leggetevi  l’articolo  in allegato.

Ma voglio aggiungere  che qualsiasi cosa di buono possa portare  questo codicillo ( come afferma il ministro ) allora a maggior ragione se ne doveva  farne un vanto della buona politica e  non nasconderlo  quasi vergognandosi  tra i gravi problemi di Genova . Insomma c’è qualcosa che non torna ,…….nulla di nuovo sotto questo cielo.

[adinserter name=”Block 8″]

Continua a Leggere / Go to Source


Libri consigliati per  ragazzi /  letture di approfondimento :

Categorie: Genova

0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.