Liguria , Genova

Fare un avvistamento

Diventa un Whalewatcher :

  • Equipaggiamento
  • Come fare foto
  • Che comportamento tenere

EQUIPAGGIAMENTO CONSIGLIATO
Dunque  per fare un avvistamento vi consigliamo un abbigliamento comodo, sportivo e  di conseguenza a strati.

In ogni caso è’ sempre meglio indossare un cappellino  , occhiali da sole e naturalmente ripararsi dai raggi del sole con una buona crema solare. A seconda delle condizioni climatiche di conseguenza  può essere necessaria  inoltre una leggera giacca a vento.
Naturalmente a bordo sono disponibili snack e bibite e caffè, ma potete comunque portare il vostro pranzo al sacco.  Infine coloro che sanno di soffrire di leggero mal di mare  di conseguenza suggeriamo di consumare snack secchi e di evitare di bere .

I passeggeri  ovviamente sono inviati a partecipare attivamente alla ricerca dunque chi volesse può portare il proprio  binocolo, macchina fotografica/videocamera.
In ogni caso, una volta avvistato un cetaceo, l’equipaggio si avvicinerà e la biologa a bordo infine darà tutte le indicazioni e informazioni sul cetaceo avvistato per permettere a tutti i passeggeri di ammirarlo ovviamente  nel migliore dei modi.  Tuttavia sempre rispettando scrupolosamente le direttive di comportamento e di avvicinamento valide  peraltro nel Santuario Internazionale dei Cetacei Pelagos.

CONSIGLI PER LE FOTO

Dopo l’avvistamento di conseguenza ecco alcuni consigli per cercare di ottenere belle immagini infine dei nostri amici cetacei.
Le Stenelle sono molto veloci e imprevedibili nei loro spostamenti e salti repentini perciò il segreto per una buona foto, sta nella nostra capacità di prevedere il punto in cui la Stenella finalmente  balzerà fuori, individuando un soggetto sotto il pelo dell’acqua e  ad ogni modo seguendolo mentre nuota.

In pratica prima che salti fuori, bisogna cominciare a scattare, continuando anche quando l’animale è fuori dall’acqua.  Spesso molti animali compiono evoluzioni contemporaneamente, lo spettacolo è esaltante,dunque  consigliabili le foto in sequenza su regolazione sport /movimento.
I grandi cetacei come le Balenottere e i Capodogli, ma anche Zifi e Grampi, che nuotano in maniera più lenta e fluida, al contrario  risultano più prevedibili, lasciando più tempo per scattare. In questo caso è buona regola osservare il movimento dell’animale prima di scattare, in modo da poter prevedere le sue mosse. Il Capodoglio prima di inabissarsi mostra la coda, questa è la sequenza: nuota a pelo d’acqua dentro e fuori in un movimento ritmico e armonico, fino a quando la schiena  finalmente s’inarca in maniera più decisa.

Questo è il momento della sgroppata, l’attimo che precede l’inabissamento, il momento in cui la coda verrà mostrata in tutta la sua grandezza:  dunque massima attenzione, dito pronto sul pulsante , e cominciamo a scattare…
Per chi usa fotocamere digitali ovviamente   scattare con un certo anticipo, perche agiscono un poco in ritardo sullo scatto pulsante.

Al contrario per chi usa macchine reflex l’attrezzatura ideale sarà dotata di zoom con un buon tele e avanzamento motorizzato, ovviamente  privilegiando un teleobiettivo che vada dal 18 al 150 in poi, per essere in grado di mettere a fuoco l’animale sia a media-alta distanza sia sottobordo.
Per essere più sicuri e specialmente con animali come le stenelle e i delfini si consiglia  ad ogni modo di utilizzare tempi di scatto veloci, come 1/500.  Per chi usa invece le tradizionali pellicole, si consigliano quelle da 100 o 200 ASA.

Molte delle foto pubblicate su questo sito sono state scattate da :
Vittorio Puggioni, fotografo
Pietro Berti, fotografo ufficiale Consorzio Liguria Via Mare e Gabriella Motta , biologa

Ringraziamo vivamente questi bravissimi fotografi per le loro splendide foto.

REGOLE DI COMPORTAMENTO

Infine allo  scopo di rispettare gli animali, l’unica regola che ci siamo dati è quella di non disturbarli seguendo queste fondamentali norme:

1) Non intralciare chiaramente  il normale spostamento dei cetacei, né modificarne il comportamento, né commettere azioni che potenzialmente ne provochino una reazione

2) Non inseguire i cetacei, né dirigere su di loro; in ogni caso quando possibile lasciare che siano loro ad avvicinarsi alla nostra imbarcazione

3) Non reagire alla presenza dei cetacei con improvvisi cambiamenti di rotta o di velocità, che potrebbero confonderli o disorientarli

4) Evitare di avvicinare cetacei con piccoli a meno che  al contrario non siano loro ad avvicinarsi a noi.

Ci sono anche tre piccole norme che chiediamo ai passeggeri di seguire:

  1. Evitare repentini spostamenti da un lato all’altro della motonave
  2. Non fare rumori che possano infastidire o spaventare gli animali (gridare, fischiare, correre, battere le mani, etc.)
  3. Non gettare nulla in mare e non dare cibo ai cetacei: il mare non è uno zoo nè un contenitore dei rifiuti.

Per ogni ulteriore info / segnalazioni o richieste scriveteci


 

Libri consigliati per  ragazzi /  letture di approfondimento :

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *