whalewatching genova LiguriaTutti hanno sotto gli occhi le conseguenze del cambiamento climatico in atto : maggio ha registrato temperature  di molto inferiori alla media del periodo , quasi da clima autunnale .
Le conseguenze biomarine sul mar Ligure sono state notevoli poichè la temperatura del mare si mantiene piuttosto bassa per il periodo (circa 16 gradi  ) e la concentrazione di clorofilla ( fitoplancton) è a livelli quasi invernali , come la foto dimostra .

Mar Ligure Genova

Concentrazione clorofilla


La clorofilla ha un’importanza fondamentale nell’ecosistema marino infatti il costituente più importante degli elementi che determinano il colore del mare è la clorofilla a, che è la principale responsabile della fotosintesi marina e di conseguenza della relativa produttività primaria. In mare aperto la clorofilla a è quasi interamente contenuta nel fitoplancton, costituito da microscopiche particelle algali in sospensione nelle acque superficiali.
[adinserter name=”Block 9″]
Ecco perché le informazioni relative al colore del mare che arrivano al satellite ci permettono, tramite algoritmi specifici, di risalire alla concentrazione superficiale di clorofilla, quindi alla presenza di fitoplancton.
La foto dimostra  purtroppo  che  il mar Ligure non ha sufficienti concentrazioni di fitoplancton in questo periodo e non è  attraente per molte specie marine  , come le balenottere .
[adinserter name=”Block 8″]
Le temperature  di marzo avevano fatto ben sperare e infatti ad aprile si erano presentate le velelle , meduse importanti nella catena alimentare, e alcune balenottere avevano fatto già la loro presenza davanti Genova . La foto dimostra la presenza di Fitoplancton  ad Aprile

Genova liguria

Clorofilla Aprile 2019

Ad aprile sono state avvistate ben cinque balenottere in gruppo e altre isolate ad una decina di miglia dalla costa e addirittura a fine aprile , il 19 sera , una balenottera sostava davanti la costa di Vesima ( ponente di Genova ) facendosi fotografare da alcuni pescatori sottocosta  .
Poi  poco nulla più  a parte lo squalo elefante avvistato a pochi metri dalla riva il 6 maggio , numerose stenelle e pesci luna   .
I cambiamenti climatici non sono solo quelli che notiamo sulla terraferma , con abbondanti piogge e forti venti fuori stagione ma anche il mare  subisce molto  con situazioni atipiche che stravolgono la catena alimentare.

Anche le stenelle seppur ancora numerose stanno subendo il clima atipico  , con scarsa presenza di acciughe, ma fortunatamente si avvistano ancora facilmente a poche miglia dalla costa .

La stagione 2019 pur iniziata bene , stà prendendo una piega non desiderata e quindi ci attendiamo anzitutto una normalizzazione meteorologica per il periodo e un ripristino delle condizioni biomarine che portino numerosi cetacei a frequentare questo bellissimo acquario a cielo aperto che è il mar Ligure.

Ecco il programma escursioni whalewatching 2019 ( Clicca qui )

Per chi desidera partecipare ad escursioni di whalewatching contattare e prenotare presso  : LiguriaViamare , con partenze da Genova , Savona , Loano , Andorra

[adinserter name=”Block 12″]


Libri consigliati per ragazzi / letture di approfondimento :

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *